COMPILA IL TUO PREORDINE O VISUALIZZA I PRODOTTI G-PEXH 2019
è un
evento

Al via il G-Pexh 2019: primo giorno dedicato allo show cooking di Chicco Cerea e Marco Sacco

A tagliare il nastro di G-Pexh 2019 – da oggi fino a mercoledì al Regina Palace Hotel di Stresa – è stata una coppia di chef superstellati. Chicco Cerea, primogenito della famiglia che a Brusaporto ha fatto di “Da Vittorio uno dei ristoranti più apprezzati della scena nazionale”, e Marco Sacco, patron del “Piccolo Lago” a Mergozzo, si sono incontrati sul palcoscenico degli show cooking dell’evento di Globalpesca con quattro ricette dedicate alla trota.

Amata da entrambi per l’armonie di gusto che sa ispirare, la “regina del lago” – ingrediente in cui si rispecchia l’identità dell’azienda fondata agli inizi del Novecento all’isola Pescatori – è stata accompagnata, in forma di tartare, a grasso, fegatini e rognoncini di coniglio e sostituita alle ostriche in una versione alla Rockfeller dal maestro bergamasco. Il collega di Verbania si è invece ispirato all’Oriente con il suo sashimi di trota con salsa di limoni canditi e alle montagne dell’Ossola in un piatto in cui il filetto rosato, cotto in forno a vapore a 45 gradi per venti minuti, è stato adagiato a un morbido letto di crescione e burro dell’Alpe Veglia e vivacizzato da una salsa al ribes.

Partecipe con domande agli chef gli ospiti di G-Pexh, la manifestazione con cui la famiglia Ruffoni – da cinque generazioni al lavoro in un’azienda al servizio degli operatori della ristorazione – invita i suoi oltre 4 mila clienti (distribuiti in otto province tra Lombardia, Piemonte e Svizzera) a confrontarsi su tendenze e novità del settore, proposte da una novantina di espositori e dà occasioni di approfondimento su diversi argomenti d’interesse in tema di cultura alimentare.

Domani mattina, lunedì 25, l’appuntamento alle 10 è con il food design attraverso la lezione degli “archichef” Francesca Di Palma e Mauro Inglese, dell’autore del catering creativo Luciano Malacrida e della fotografa de “L’Arte in Cucina” Simonetta Castellazzi. Il focus sarà sulle regole della scenografia del piatto, un aspetto sempre più centrale nella moderna ristorazione. Alle 13 la scena sarà per Davide Longoni, panificatore, studioso di cereali, cultore delle farine biologiche. Il suo racconto coinvolgerà gli ascoltatori in un viaggio attraverso le molteplici declinazioni della pizza, dei suoi impasti e lieviti, in un mercato in cui la domanda del consumatore sta sempre più prediligendo preparazioni di qualità.

La prima giornata di G-Pexh 2019 è stata occasione anche per promuovere le finalità dell’associazione “Gente di Lago e di Fiume“. Il sodalizio – lanciato da Marco Sacco e di cui Angelo Ruffoni è vicepresidente – punta alla valorizzazione del mondo di acqua dolce attraverso una ricerca gastronomica legata alle risorse e alle peculiarità del territorio.

<Non si può far mangiare un branzino a chi viene da Londra, e da tanti altri posti del mondo, per visitare il Lago Maggiore. Con un piatto noi dobbiamo raccontargli la nostra storia: chi siamo stati e chi vogliamo essere” ha ribadito Marco Sacco, che ha invitato la platea di G.Pexh a partecipare alla seconda edizione della festa di Gente di Lago, in programma nel cuore del golfo Borromeo, all’isola Pescatori, il prossimo 6 e 7 ottobre. “Intanto – spiega chef Sacco – con quello che siamo riusciti a raccogliere lo scorso anno stiamo avviando interventi didattici nelle scuole, aiutando giovani e giovanissimi nel realizzare mini-progetti attinenti all’ecosistema che vogliamo tutelare e portando avanti un impegno a favore del ripopolamento ittico e di forme ecosostenibili di acquacoltura>.